Spot sui Casinò Online a tutte le ore e su tutti i canali TV, per non parlare anche dei tanti banner che ci appaiono su internet in ogni dove, tabaccherie piene di “grattoni” che tentano la fortuna grattando biglietto della lotteria mentre alle loro spalle ci sono gli slottomani o pokeromani intenti a giocare alle Slot Machine e ai video Poker. Insomma vi siete mai chiesti il motivo per cui da quando è stato legalizzato il gioco in Italia si gioca così tanto e si promuove così tanto il gioco d’azzardo? Per questo bisogna fare un piccolo passo indietro.

Nel 2015 si era parlato di una legge di stabilità che includeva anche molte norme nel settore del gioco d’azzardo creando lo scontento a molti addetti ai lavori ma non solo, a tal punto che in Sardegna avevano spento le slot per diversi giorni come segno di protesta a causa di una norma che gli andava poco a genio in cui era prevista l’applicazione di una tassa molto sostanziosa per ogni apparecchio che possedeva. E c’erano anche tante altre norme poco gradite. Ma quello che vi sto per raccontare adesso ha quasi dell’incredibile anche se non c’è molto da stupirsi perché infondo si sa bene che alcune cose vanno in un certo modo per soddisfare alcuni interessi come quello del denaro e del potere.

All’interno della legge stabilità esisteva un emendamento: l’emendamento Sisal. Attraverso questo emendamento il Governo avrebbe dovuto favorire Sisal sostenendo in particolare la sua lotteria del Superenalotto. A volerci vedere chiaro a proposito di questo “aiutino” del Governo nei confronti di Sisal è il partito 5 stelle che aveva avanzato una grande protesta denunciando che lo Stato pur di favorire Sisal era pronto a tutto. Ma che cosa prevedeva questo emendamento? Prevedeva una riduzione delle tasse aumentando però il payout, i premi, gli importi giocabili e la frequenza delle estrazioni per tutti quei concorsi che hanno avuto un calo del 15% annuo nell’ultimo triennio. Questo emendamento era stato studiato proprio ad hoc perché in effetti Sisal in quel periodo navigava in cattive acque avendo subito una piccola crisi non riuscendo nemmeno ad entrare in borsa per potersi salvare. Insomma si era trattato di un vero e proprio inciucio tra il Governo e Sisal tutto per questione di interessi.

Il gruppo 5 stelle aveva provato ad opporsi a questo emendamento ma con scarsi risultati e infatti è rimasto ben saldo lì dov’era all’interno della Legge di Stabilità. A quanto pare però Sisal non è l’unico “amico” dello Stato perché sempre il partito 5 stelle aveva affermato di aver visto al Senato più di una volta Antonio Porsia e indovinate chi è? Antonio Porsia è il Rè delle Slot perché è amministratore di Hbg Gaming una grandissima Società specializzata in Bingo e Slot. E che ci faceva Antonio Porsia in Senato? Magari per preparare un altro inciucio.

Questa legge di stabilità si può dire che era davvero una legge di stabilità, si ma per stabilizzare lo Stato non certo i cittadini, altrimenti non si spiegherebbero gli accordi con tutte queste grandi Società nel settore del gioco d’azzardo che in questi ultimi anni sono stati sempre più numerosi. Ma le norme sul gioco d’azzardo all’interno della Legge Stabilità non avrebbero dovuto tutelare i cittadini dalla ludopatia e dal gioco minorile? Infatti dopo quella legge di stabilità con il passare del tempo sono state affiancate anche molte leggi e iniziative per combattere la ludopatia forse un po’ “ipocriticamente” per la serie: facciamoli giocare e intanto ci pariamo un po’ il sedere con qualche iniziativa contro la ludopatia.

Con questo articolo non voglio dire che non dovete giocare ma era solo per raccontarvi il motivo per cui in Italia si sta giocando sempre di più e aumentano anche gli spot che incentivano al gioco ovviamente legale. Insomma il gioco fa bene un po’ a tutti, sia a voi se vincete e sia allo Stato.

 

 

RACCOMANDATI DA NOI E VOTATI DA VOI - LEGGI LE RECENSIONI E SCEGLI IL CASINO ONLINE CHE PREFERISCI

CASINO SICURI UTILIZZA COOKIE, CIO' PERMETTE DI OFFRIRTI UN'ESPERIENZA PERSONALIZZATA